Caldo: numero verde per le emergenze

Caldo record: il Ministero per la Salute ha attivato a partire da oggi, un numero gratuito per le emergenze, è il seguente: 1500. Non sembra allontanarsi dalle città italiane la cappa di umidità e calore arrivata la scorsa settimana. Anzi si è estesa anche nel sud d’Italia.

Svenimenti, mancamenti, colpo di calore, astenia e disidratazione. Tutti malori ben precisi, più o meno seri derivati dalle alte temperature e che stanno soffocando, se non addirittura paralizzando alcune strutture sanitarie. Il Ministro Fazio ha messo a disposizione il numero verde per ogni evenienza, affinché il cittadino sappia come comportarsi in caso di queste sintomatologie.

Occorre evitare se possibile di recarsi al pronto soccorso. La cosa migliore è rivolgersi al proprio medico di base, o in alternativa alla guardia medica. Per il resto, occorre prestare attenzione alle persone anziane ed ai bambini, più soggetti a causa del loro metabolismo, a malori legati al caldo.

Soprattutto, insistete affinché assumano abbastanza liquidi e si nutrano adeguatamente con frutta e verdura. Ma questo è un consiglio che vale a tutte le età. Qualcuno ancora desidera buttare giù la “pancetta”per la prova costume e vuole andare a correre?

Distoglietelo dal pensiero: ormai è tardi, quel che è fatto, è fatto. Evitate un uso esagerato del condizionatore d’aria. Come già detto molte volte, gli sbalzi eccessivi di temperatura sono pericolosi.

Tra l’altro, spesso possono veicolare batteri e virus non proprio salutari, come la legionella ad esempio. Dal ministero sono stati già suggeriti alcuni accorgimenti di questo tipo, anzi un vero e proprio decalogo anti-afa.

Dipende da noi rispettarlo, magari anche evitando di metterci in viaggio nelle ore più calde: nella macchina, le temperature possono raggiungere livelli estremi. Ovunque andate portatevi dietro dell’acqua, magari anche degli integratori salini.

Infine, prima di partire per le vacanze, studiatevi il percorso per la guardia medica più vicina al vostro albergo e preparate la giusta valigetta dei farmaci: sono tecniche contro la sfortuna , ma  non si sa mai….

[Fonte: Agi]

Lascia un commento