Calli ai piedi e alle mani? Ecco le cause ed i rimedi, naturali e non

 width='500

I calli, sia che interessino le mani, sia i piedi, sono strati di pelle ispessita e indurita, che si sviluppano quando la cute cerca di proteggersi dall’attrito o dalla pressione. In genere, quando i calli non procurano particolari fastidi e si è sani, scompaiono in modo spontaneo eliminando la causa scatenante, se invece si soffre di diabete o altre patologie che ostacolano la circolazione sanguigna, le complicazioni sono maggiori.

Cause dei calli ai piedi e alle mani

  • Scarpe troppo strette o con i tacchi alti comprimono il piede in determinati punti, ma non siete al sicuro nemmeno con le scarpe troppo larghe, che fanno scivolare il piede, facendolo sfregare contro la scarpa stessa. Anche una cucitura mal posizionata può creare fastidio;
  • I calzini troppo stretti o troppo larghi possono causare problemi;
  • L’uso ripetuto di utensili, sia in casa o al lavoro, può provocare la comparsa di calli, causati dalla pressione ripetuta.

Sintomi dei calli ai piedi e alle mani

I sintomi più comuni sono l’ispessimento e l’irruvidimento di una zona di pelle, l’indurimento di una piccola massa di pelle, la sensazione di dolore sottopelle, la pelle a scaglie, secco o dall’aspetto ceroso. I calli, spesso, vengono confusi con i duroni, ma si tratta di disturbi diversi. I calli, infatti, tendono a svilupparsi sulla pianta dei piedi o sui palmi delle mani, possono comparire anche sulle ginocchia, e di norma non sono dolorosi.

I duroni sono più piccoli dei calli, e hanno un centro duro, circondato da una zona di pelle infiammata. Generalmente, si sviluppano nelle parti del piede su cui non si scarica il peso, ad esempio sulla sommità e sui lati delle dita, ma possono anche trovarsi nelle zone su cui si scarica il peso oppure addirittura tra le dita. I duroni, se vengono compressi, possono fare male.

Rimedi naturali e non per la cura dei calli ai piedi e alle mani

Per curare i calli, di solito basta evitare le azioni ripetitive che li hanno provocati, usando scarpe adeguate, plantari e guanti. Se il callo, non scompare ci si può rivolgere al medico, che taglia la pelle ispessita o pulisce il callo con il bisturi. Dopo la pulizia, il medico di solito applica un cerotto a base di acido salicilico al 40%, che si vende in farmacia. Prima di cambiare nuovamente il cerotto, per rifilare la pelle morta è necessario usare la pietra pomice e un tagliaunghie.

Per diminuire il rischio di infezioni, in alcuni casi, è indicata una pomata antibiotica. Se il callo, invece, è causato da una malformazione del piede, il medico potrebbe prescrivere un plantare ortopedico. In rari casi si interviene con un’operazione chirurgica per riallineare le ossa che provocano l’attrito.

Photo Credit|ThinkStock

Lascia un commento