Consigli per avere gambe belle ed in forma

 

Ammettiamolo, tutte vorremmo gambe più belle, specialmente in questa stagione “di passaggio” in cui è ancora troppo presto per avere l’aiuto dell’abbronzatura naturale ed è troppo caldo per nascon­derci dietro pantaloni e calze co­prenti. È chiaro, cristallino, il fatto che avere gambe belle sia una cosa genetica, ammettiamolo: non siamo tutte top-model e ognuna di noi ha i suoi difettucci. Quindi, innanzitutto, ricordiamoci la re­gola aurea che vale per tutte le parti del corpo: esercizio, eserci­zio, esercizio! Qualche esempio mirato? Per avere cosce solide e tornite il segreto è la corsa, anche lenta, ma da almeno 20 minuti fino ad oltre un’ora, per almeno tre volte a settimana.

 

 Per chi invece desidera modellare i polpacci il segreto è camminare e allungare i muscoli con qualche esercizio di stretching/allunga­mento, Se il vostro problema è l’opposto, ovvero polpacci troppo svilup­pati, è consigliatissimo andare in bicicletta anche in salita o fare esercizi di step o semplicemente le scale. Ricordiamoci poi che la salute viene prima di tutto (si, anche del fascino!), quindi non dimentichiamoci delle gambe per tutto l’inverno, altrimenti le ritroveremo in condizioni disperate ai primi caldi!

Le parole d’ordine sa­ranno, quindi: esfoliare, idratare e depilare. Ormai in commercio esistono un’infinità di prodotti per prendersi cura della propria pelle, quella cosa che ricopre le vostre gambe e di cui troppo spesso ci si dimentica. Prendetevi cura dei vostri arti in­feriori! Ad esempio, durante e dopo la doccia con uno scrub leggero ogni settimana (ottimi quelli a base di sali marini o mi­nerali in genere) e con una buona crema idratante che resti­tuisca alla pelle l’elasticità e il tono persi a causa della sua par­ticolare struttura, meno ricca di ghiandole sebacee.

 

Se il vostro problema è la cellu­lite, innanzitutto evitate come la peste di esporvi con short e altri indumenti “imbarazzanti”, e poi affidatevi alle cure di specialisti.  Passando alle “dolenti note”, non possiamo non parlare della depi­lazione. In una parola: essen­ziale! Lo saprete di certo, ma siccome repetita iuvant: si alla ceretta, no al rasoio e alle creme! Con questi ultimi due metodi in­fatti, si va incontro alla ricrescita repentina e rinforzata del pelo, mentre con la ceretta il risultato durerà più a lungo ed il bulbo pi­lifero sarà indebolito col tempo.

 

 E non c’è per forza bisogno di spendere una fortuna dall’esteti­sta, ormai infatti è possibile ac­quistare in farmacia, sanitaria o nei negozi di elettronica il set roll­on con ricariche di cera e strisce, ed avrete bisogno soltanto di una presa per la corrente ed, even­tualmente, di un’amica che vi dia una mano nelle zone più critiche. Ricordatevi infine due regole basilari: sempre idratare la pelle dopo la depilazione (meglio se con una lozione oleosa) e mai depilarsi direttamente prima di esporsi al sole per evitare un’ab­bronzatura irregolare.

E, a proposito di abbronzatura, ovviamente è ancora presto per sfoggiare una pelle dorata dai raggi solari, ma qualche seduta artificiale male non fa, a patto di non esagerare. Per coloro che preferiscono altri metodi c’è sempre il caro vecchio autoabbronzante, ma attenzione alle chiazze! Fate prima uno scrub per togliere le cellule morte (soprattutto nelle zone più secche come le ginoc­chia), scegliete un colore vicino al vostro incarnato naturale e scegliete prodotti in spray, più fa­cili da distribuire.

 

Lascia un commento