Depressione in gravidanza, si cura con lo yoga

donna-in-gravidanza

Combattere la depressione in gravidanza è possibile grazie allo yoga. Stress ed ansia saranno solo un brutto ricordo. Non solo: se fatto con attenzione e con giudizio donerà benessere nel corso della gestazione ed anche per i mesi successivi.

Non è un fattore da sottovalutare visto che più studi hanno mostrato come ansia e depressione possono essere anche causa di parto prematuro, sviluppo ridotto e problemi comportamentali futuri nel bambino e nella madre. Senza contare che soffrire di queste condizioni psichiche nel corso della gravidanza porta quasi sempre la donna a sviluppare uno stato di depressione post partum che è consigliabile evitare il più possibile.

Già da tempo era stata lanciata l’ipotesi dello yoga come pratica benefica per le mamme in attesa: ora uno studio dedicato ci dimostra che questo modo di pensare corrisponde a realtà. Ci hanno pensato i ricercatori dell’Università di Manchester e Newcastle: le loro conclusioni sono state pubblicate sulla rivista di settore Depression and Anxiety. Il dott. James Newham e la sua squadra hanno testato gli effetti di otto settimane di yoga o di un trattamento di routine su 59 donne in gestazione suddivise casualmente in due gruppi. Le mamme in attesa che avevano eseguito le esercitazioni di yoga hanno fatto rilevare una diminuzione significativa dell’ansia. Commenta il coordinatore dello studio:

Questo è sorprendente, e non è mai stato visto prima. Abbiamo creduto a lungo che funzionasse, ma nessuna ricerca era stata fatta per sostenere la teoria. Noi ora abbiamo dimostrato in qualche modo che può aiutare. E non era un piccolo effetto. Lo yoga ha il potenziale per aiutare davvero le madri che si sentono preoccupate per la loro gravidanza.

Ciò, va sottolineato, dipende anche dal fatto che questa pratica è basata in buona parte su tecniche di rilassamento e respirazione legate a posture specifiche. Non solo, sembrerebbe essere valido contro il dolore del parto, proprio per le stesse motivazioni.

Fonte | Depression and Anxiety

Thinkstock

Lascia un commento