Donne coraggiose: Tess Asplund, il nero, l’attivista che ha affrontato 300 neo-nazisti

Brave le donne ci sono nel mondo. Questo è qualcosa che noi tutti conosciamo.

Tuttavia, da tempo a tempo, molte di queste storie anonime di venire alla luce e prendere un viaggio intorno al mondo, grazie ad un’immagine. Per un singolo fotogramma che dice tutto.

Questo è il caso di Tess Asplund, questo attivista, 42-anno-vecchio e nero, che ha avuto il coraggio di stare davanti a 300 uomini perfettamente uniforme del Movimento di Resistenza, il Nordic walking (NRM) in Borlänge (Svezia).

Il tuo coraggio, il tuo volto e quel pugno simbolo dei valori di resistenza della nobiltà, che promuovere il rispetto e l’uguaglianza tra le persone, ha dato al mondo, e ci invita anche a riflettere su molte cose che vogliamo condividere con voi.

Donne coraggiose: l’attivismo in tempi difficili

Persone come Tess Asplund sono, senza dubbio, questi riferimenti sono sempre più necessarie nella nostra società. Stiamo vivendo una crisi di implicazioni a livello globale, il cui impatto va oltre i confini dell’economia.

Si parla di crisi di valori e di un indebolimento sociale, dove stanno emergendo, una volta di più, i movimenti totalitari e neo-nazista che si assume il collasso di un sistema di valori basato sul rispetto, la libertà e la convivenza.

Leggi anche “la buona gente di solito non sospetta il male degli altri”

L’estrema destra feste che accadono ultimamente in molti paesi europei, sono le voci che discriminare contro di loro e la promozione di una gara e un’identità al di sopra degli altri.

È allora, quando la società fallisce e si apre, senza dubbio, e molto pericoloso.

Tuttavia, questi movimenti neo-nazisti sono una minoranza, e non tutti i timori. Come è il caso di Tess Asplund.

mujeres-valientes

La complessa situazione della Svezia

Per capire un po ‘ meglio il contesto di questa immagine così suggestiva, dobbiamo prima analizzare la situazione che vive oggi in Svezia.

Quando si parla di paesi scandinavi pensiamo immediatamente in uno stile di vita moderno, avanzato, e con grande rispetto per i diritti umani, data la diversità della popolazione della loro città.

Tuttavia, la realtà è ben lungi dall’essere ideale, che molti hanno in mente.

Secondo un recente rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (ONU), in Svezia c’è una certa componente strutturale razzismo istituzionale e concentrarsi sulle persone di discendenza africana.

Nonostante il fatto che la filosofia del paese è quello di difendere l’uguaglianza e il rispetto dei diritti umani, il disprezzo verso la minoranza “afrosueca” è aumentato del 40% tra il 2008 e il 2015, secondo il Consiglio nazionale svedese di prevenzione della criminalità. Il problema di razzismo nei confronti di questo gruppo diventa così grave che può anche essere visto, come abbiamo sottolineato prima, le loro istituzioni politiche: di recente, il sindaco di Lidköping (una città a sud di Stoccolma), democratico Sociale, ridicolizzato la popolazione nera, a confronto con un tipo di torta.

Scopri quali sono i 5 pilastri di guarigione per noi come una donna

La donna che sfidò 300 neo-nazisti

Tess Asplund è il riflesso di quelle donne coraggiose, che hanno trovato la loro forza in contesti di avversità. Come lei stessa spiega, è molto abituato a stare faccia a faccia con questo tipo di manifestazioni di MNR.

Questa domenica, per lei, era un confronto più. Alla fine, ha preso la metropolitana e siamo andati a casa, non sapendo che qualcuno aveva preso le immagini e che solo poche ore più tardi, la sua immagine era andato virale.

Tess ha 42 anni, è una bella donna, con carattere e che subisce l’impatto della crisi sociale che vive in Svezia. È Senza lavoro e riceve assistenza sociale nel paese, qualcosa che è molto di buon occhio da parte degli svedesi, che ritengono che le persone di origine africana come “invasori”. Come lei stessa spiega, se la foto ha fatto il giro del mondo è per qualcosa. Perché ci sono ancora persone sensibili a questi movimenti totalitari che non crede nella convivenza e di rispetto.

Aspetta che tutto questo è “una buona cosa”.

Tess Asplund è una donna minuta, che agisce e parla molto con calma. La sua immagine contrasta nettamente con 300 uomini in uniforme e corpulento lancio accattivante proclami nei confronti del nazismo.

Tess parla solo di pace e di convivenza.

Vi consigliamo di leggere “Donne di successo come fare?

tess-aplund mujeres valientestess-aplund mujeres valientes

L’estrema destra non solo è in aumento in Svezia; è noto che questi movimenti sono in crescita in molti paesi d’Europa che, per reazione, per esempio, prima dell’arrivo di immigrati dalla guerra in Siria.

È curioso che, in un mondo “globalizzato”, siamo più separati che mai.

Tutta la storia vissuta in passato sono echi perduti che non sembrano servire come insegnamento, che non sono utili a coloro che vedono nei suoi bordi di un paio di mura, dopo che preservare la razza, la religione e l’identità.

Se fossimo tutti l’esempio di queste donne coraggiose, come Tess Asplund, il nostro mondo sarebbe un palco molto meglio, una casa in cui tutti si adattano.

Qualunque sia il colore della nostra pelle.

Lascia un commento