Emisferi del cervello e personalità: Un mito che crolla?

Per un lungo periodo di tempo, in base a ciò che è noto circa la personalità e gli emisferi del cervello, è solito dividere le persone in due grandi gruppi: quelli che sono analitico, riflessivo e che guida le loro azioni in modo logico, e quelli più “soggettiva”, riflettente, e che in ogni atto umano stampare il vostro marchio unico di creatività ed emozione.

Per molti anni è stato detto che le persone appartenenti al primo gruppo hanno una predominanza dell’emisfero sinistro del cervello, mentre le persone del secondo gruppo hanno una prevalenza della destra. Ma che Cosa dice oggi la scienza di questo mito che un giorno sugirío e come vi abbiamo abbracciato?

Il lavoro degli scienziati

Presso l’Università di Utah, gli scienziati specializzati nel campo delle neuroscienze hanno scoperto, attraverso scansioni del cervello, che non vi è alcuna prova che dimostra come il predominio di un emisfero cerebrale sull’altro. Questo fatto ha messo in discussione il mito popolare che ha sostenuto che la personalità degli individui ha come fondamento lo sviluppo delle diverse parti del cervello.

Dopo aver studiato fino a 1.011 persone, scansioni cerebrali, non sono riusciti a trovare una relazione nell’uso dei diversi emisferi. L’autore principale di questo studio, Jeff Anderson, ha dichiarato che, nonostante il fatto che le funzioni del cervello si verifica in uno o il altro lato del cervello (per esempio, la lingua è localizzata in sinistra e al centro dell’attenzione a destra), questo non significa che le persone hanno una rete neurale che è per lo più di sinistra o di destra.

Lo studio condotto da Anderson è basato sull’utilizzo della Risonanza Magnetica Funzionale (noto come fRMI), mediante il quale siamo stati in grado di analizzare l’attività cerebrale a riposo e quindi di trovare una correlazione tra le regioni del cervello, che è stato diviso in 7.000 aree.

Esaminando le regioni del cervello più lateralized e alla ricerca di connessioni e combinazioni, gli scienziati hanno concluso che, se c’è una connessione che è lateralised a sinistra, ci deve essere anche una connessione completamente lateralized verso destra, così causando a “coppie” contrario connessioni. Questi risultati sono, senza dubbio, rivoluzionario, come desbarrancan trincerati teoria della predominanza di un emisfero cerebrale sull’altro.

Conclusioni generali

Anderson conclude che, non avendo rilevato modelli che lasciano in evidenza che un emisfero possono avere un maggiore governo che l’altra su una rete neurale, il più probabile è che i personaggi non hanno alcun rapporto con l’attività o la connessione tra i due emisferi.

Così, sai, la prossima volta che si chiedono il motivo per cui possedere buone competenze in matematica o nelle arti, dovrebbe probabilmente essere attribuita alle tue competenze per i propri gusti, o ambienti sociali, perché “neuro-scientificamente parlando”, sembra che gli emisferi del vostro cervello non hanno nulla a che fare con esso…

Articolo originariamente pubblicato in: La Mente è Meravigliosa

Lascia un commento