Giornata mondiale del linfoma il 15 settembre

giornata mondiale linfoma 15 settembre

Il 15 settembre si celebra la Giornata Mondiale del Linfoma. Si tratta di una malattia cancerosa tra le più pericolose per l’uomo. Una corretta informazione su questo tipo di tumore può portare ad una diagnosi precoce ed a una maggiore sopravvivenza da parte dei pazienti.

Il  linfoma è un cancro primario delle cellule linfoidi. Essi coinvolgono i linfonodi e l’apparato linfo-ghiandolare: questo significa che tra i colpiti vi sono anche i linfociti B, linfociti T ed i loro precursori. Bisogna fare attenzione a non confondere questo tipo di tumori con la leucemia: quest’ultima è una neoplasia del midollo osseo le cui cellule maligne non sono localizzabili, mentre il linfoma è una massa tumorale localizzabile su un determinato tessuto linfatico. Non si conosce al momento l’origine di questo cancro, ma si sa per certo, purtroppo, che statisticamente è la 5 causa di decesso mondiale per tumore.

E’ proprio per tali motivi che focalizzare l’attenzione su questo problema attraverso la Giornata Mondiale del Linfoma è importante: maggiore è l’attenzione della popolazione, più ampia sarà la possibilità di eseguire ulteriori ricerche grazie alle raccolte fonte promosse dagli enti. In particolare, se siete curiosi di conoscere in  che modo aiutare coloro che combattono contro il linfoma, o se avete bisogno di informazioni, potete visitare il sito o richiedere informazioni all’Ail, l’associazione italiana conto le leucemie, i linfomi ed il mieloma: gli esperti al loro interno saranno in grado di instradarvi con sicurezza sugli specialisti da contattare e sulle iniziative alle quali partecipare.

Quando si ha a che fare con questo tipo di patologie, l’essere adeguatamente informati diventa basilare per comprendere in quale modo muoversi e come farlo nel tempo più breve possibile. Curare il cancro non è impossibile, ma è importante farlo con velocità e nel modo giusto. Questo assunto è valido anche per il linfoma: informatevi per il bene della vostra salute.

Thinkstock

Lascia un commento