Il cervello emotivo: l’empatia

Siamo esseri emotivi e imparato a pensare, non pensare a macchine che abbiamo imparato a sentire.

Stanisla Bachrach

Oggi tutti noi abbiamo molto chiaro che i primi anni di vita sono responsabili per tessere la nostra mente e il nostro corpo e le nostre emozioni, la formazione di una rete che avrà un’influenza sulla nostra salute e il nostro benessere, per sempre.

Questo significa che il corretto sviluppo del nostro cervello dipende dal tipo di esperienze emotive che abbiamo. Quello che è certo è che, in qualche modo, i nostri primi scambi emozionali ci insegnano cosa vedere e non vedere nel mondo emotivo e sociale, in cui ci troviamo.

empatia2

Che cosa è l’empatia?

“Sono stati gli inizi della Guerra in Vietnam, quando i soldati di un plotone di americani sono stati accovacciata nel mezzo di un campo di riso, nello scontro a fuoco con i Vietcong.

Improvvisamente, una fila di sei monaci iniziato a camminare lungo le colline che separano un campo di riso da un altro. Con la serenità e l’equilibrio perfetto, corse direttamente nella linea di fuoco.

Non guardare né a destra né a sinistra. Hanno camminato in linea retta” –ricorda uno dei soldati americani–. E ‘ stato davvero strano, perché nessuno scatto. E dopo la fine di cammino dai tumuli, presto il desiderio di combattere mi ha lasciato. Non avevo voglia di continuare a fare che, almeno in quel giorno. Deve essere così per tutti, perché ognuno di noi di sinistra. Semplicemente smettere di combattere”.

Il potere di sereno coraggio dei monaci per placare i soldati in battaglia illustra un principio di base della vita sociale. Le emozioni sono contagiose”.

Leggi anche: 5 modi per tenere a freno i tossici, le relazioni in famiglia

Messo semplicemente, l’empatia è la capacità di percepire, comprendere, e cattura le emozioni che ci circondano. Con questa definizione si può immaginare la portata è nel nostro sviluppo di questa abilità.

Anche se la storia lo sviluppo emotivo di ognuno influenza l’abilità di percepire le emozioni degli altri, è qualcosa che dobbiamo lavorare in modo costante. Inoltre, nonostante il fatto che le nostre prime esperienze non sono state favorevoli, siamo in grado di sviluppare.

Questa storia illustra perfettamente che cosa è l’empatia, che potremmo tradurre come un contagio emotivo. Consegniamo e scegliamo i nostri stati d’animo, in modo davvero magico; e la verità è che il fatto che ci sono invisibilmente collegate in modo non smette mai di stupirci.

empatia-1

La connessione tra mente-corpo-emozione

Un paio di anni a questa parte, sembra che la scienza ottiene risposte, che consente di individuare dove sta la nostra capacità emozionale. Tra le altre questioni, i risultati in relazione a questo tipo di fenomeni è focalizzata sui neuroni specchio.

Questi neuroni sono le cellule del cervello, la cui missione è quello di riflettere l’attività che stiamo guardando e sono i colpevoli, per esempio, bostecemos quando qualcuno lo fa per noi.

Tuttavia, il coinvolgimento emotivo di circuiti di processi nostre emozioni è molto ampio. Guardiamo qualche dettaglio in più settori coinvolti nell’elaborazione delle nostre emozioni:

Il sistema limbico, il cervello emotivo

Questa zona del cervello è completamente-funzionale dalla nascita e si ritiene che, anche nel grembo materno. Comprende il lobo temporale, l’area orbitofrontale, l’amigdala e l’ippocampo.

Diciamo che la zona della corteccia orbitofrontale è uno dei principali responsabili per lo sviluppo della nostra capacità di empatia. Funziona come una stazione di ripetizione, che la percepisce e trasmette i nostri sentimenti riguardo lo stato della mente propria e dimentico il resto delle aree del corpo.

Il lobo frontale, il dirigente del cervello

Questa parte del cervello riesce a modulare e gestire le emozioni del sistema limbico, in modo che siamo in grado di adattarsi nel nostro ambiente esterno, che ci permette di essere esseri funzionale nella società.

Che dire, ci consente di agire correttamente in conformità con le norme sociali, nonché di riflettere sui propri sentimenti e azioni.

Gli emisferi cerebrali destro e sinistro

In termini generali, nell’emisfero sinistro, dei pensieri e delle decisioni dell’esecutivo cervello dominare le emozioni del sistema limbico, mentre quella destra il cervello emotivo domina l’esecutivo.

Così, anche se ci sono diverse differenze abissali su questo problema, secondo la quale di questi emisferi è quello dominante, le emozioni governano più o meno l’azione del popolo.

In termini di differenze di genere, si è scoperto che il cervello emotivo è spesso il più dominante nelle donne, mentre l’esecutivo è negli uomini. Questo sarebbe sostenere l’affermazione che il mondo femminile è più emotivo.

Visita questo articolo: 7 segni di intossicazione emotivo

1208213001_f

La connessione tra la salute emotiva e fisica

Il vero ascoltatori empatici possono anche ascoltare ciò che viene detto nel silenzio. La cosa più importante nella comunicazione è ascoltare ciò che non viene detto.

Peter F. Druncker

La nostra natura stabilisce connessioni molto specifiche, con l’obiettivo di coniugare queste strutture cerebrali per le diverse aree del nostro corpo, come ad esempio quelle che regolano la respirazione, la funzione gastrointestinale, il sistema cardiovascolare e il sistema ormonale.

Tale è la connessione che se il nostro cervello registra qualche turbamento emotivo, anche se non siamo a conoscenza di esso, non sappiamo o non può esprimere, sistemi fisici ci parlano attraverso i sintomi. Diciamo che mostrando come essi pretendono di darci uno di questi tre messaggi:

C’è un bisogno emotivo che non è stato soddisfatto. Qualcosa deve cambiare nella nostra vita per soddisfare quel bisogno. Qualcuno o qualcosa è fuori equilibrio in ciò che ci circonda e di cui noi abbiamo bisogno.

Che è, che il nostro cervello emotivo è un tipo di supporto fisico che collega la mente con il corpo.

Se è vero che l’impronta della biochimica che generano le nostre prime esperienze con il mondo è fondamentale per mantenere l’equilibrio del nostro stato emotivo di tutta la nostra vita, siamo ricevere messaggi stimolanti, in modo costante.

Di conseguenza, la qualità delle nostre relazioni dipendono dalla nostra capacità di permettere a noi stessi di essere penetrato con gli altri. Che è a dire, maggiore è il tuning, la maggiore capacità si acquisiscono per esprimere e ricevere stati d’animo positivi o negativi.

In breve, funziona bene a livello emotivo si articola il nostro sviluppo, in modo che l’empatia è fondamentale per restare in salute e collegati al nostro ambiente.

Fonte della query principale: Christiane Northrup Madri e figlie

Lascia un commento