Io a quell’età in cui non mi interessa cosa pensi di me

Tutti noi dovremmo arrivare a quell’età, possiamo, infine, l’equilibrio interno, dove eventuali critiche o commenti, nocivi o poco costruttivo cessa di avere la sua influenza su di noi.

Ora, siamo certi che la critica frasi e po ‘ di sana hanno sempre il loro effetto su di noi se provengono da persone a loro vicine. Di persone a cui teniamo. Per questo motivo, non è sempre facile dire che “non fa male a me quello che pensano o dicono di me”.

Le critiche si modificano come ti permetti, da qui la necessità di trovare che la maturità e l’equilibrio interiore indispensabile per muoversi in avanti con maggiore tranquillità e l’integrità. Non stiamo parlando, quindi, della necessità di raggiungere una certa età in cui siamo finalmente riusciti a priorizarnos un po ‘ di più.

Si parla di un’età mentale e non fisico, di un momento in cui si raggiunge un equilibrio in cui molti carichi sono di sinistra, dove ci sono le nostre esperienze ci hanno dato buoni consigli e dove siamo stati in grado di “spegnere” tutto ciò che non è positivo.

Vi invitiamo a pensare su di esso.

L’età dell’oro che non vengono con gli anni, ma con la pace interiore

La pace interiore non viene con il 30, o 40, o 60. L’età dell’oro è quello in cui ci passo nel nostro essere interiore, per apprezzare ciò che siamo, per guardare, per noi, avendo cura di fare del bene, ma sapendo che se non siamo noi stessi felici, sarà difficile dare felicità.

bosque' con animales

La tua età è ora, o pochi anni o pochi decenni: ora. E che, pertanto, è di vitale importanza che armonices delle illusioni, la tua autostima e il tuo equilibrio interiore. Nessun amore può essere più importante che ti senti su di te. Solo quando riusciamo a sviluppare un’adeguata autostima dobbiamo spegnere il tossico persone, le arti, la manipolazione e le persone negative che ci portano le loro tempeste personali. Ci sono quelli che riescono a raggiungere questo equilibrio interiore, con più di 30 anni, con altre persone possa arrivare prima o dopo, ma è necessario per arrivare sempre quel momento che ci rendiamo conto che siamo in grado di rendere felici noi stessi, e che, grazie a questo, sappiamo dare felicità agli altri”. L’età dell’oro è la pace e la libertà interiore. È coltivare in giardino interno, dove si può già tagliato i tuoi sogni o speranze a causa della crescita della personalità con la gioia, l’ottimismo e una grande forza, amurallando la tua autostima.

Vi consigliamo di leggere anche: mio figlio è la mia debolezza e il motivo per cui io sono forte

L’età è una questione di sentimenti, non di anni. Pertanto, è necessario che noi diamo tanto priorità che la bellezza fisica, se vale la pena il tempo per la cura e la manutenzione, non è una priorità per essere felice. L’accettazione di se stessi e del proprio passaggio del tempo è ancora più importante.

La mia vera età è nel mio sorriso e i miei occhi il colore dei sogni

mujer' con buho

La tua età non è il marchio degli anni, né una ruga intorno agli occhi. La vostra giovinezza o vecchiaia è il segno del tuo cuore e le gioie che in esso abitano.

Pertanto, è necessario che il nostro cuore pompa in modo intenso, con tutto ciò che ci rende veramente felici e si accende il motore del cambiamento, del bilancio e della maturazione emotiva, dove giorno per giorno si sta andando ad essere un po ‘ più saggio.

Leggi anche migliori consigli per aumentare la tua autostima

Ci deve venire un momento nel ciclo di vita in cui siamo in grado di dire di no per disperazione, non per “I surrender”, di non lasciarsi trasportare da quello che dicono gli altri, e di non dare valore alle critiche che altri fanno del nostro modo di essere o di comprendere la vita.

Siamo nati tutti liberi, siamo venuti a questo mondo, senza oneri e stiamo andando allo stesso modo. Così, sia chiaro: tra la nascita e la morte, c’è un palcoscenico chiamato vita, che dobbiamo sperimentare con la massima intensità. Il vostro desiderio di vivere e di sperimentare disegnare la linea del tuo sorriso e la luminosità dei tuoi occhi, dove sono pervaso da emozioni positive. Ciò che gli altri pensano di noi è il loro mondo, la loro limitata area di conoscenza, che non appartiene a voi o si identifica. Se tali critiche vengono da persone a te care, reagisce e impostare i limiti. Non lasciate che attaccare i vostri valori o la tua persona. Chi vuoi che ti farà felice, questo è qualcosa che dobbiamo sempre ricordare. Perché chi ti attacca, o critica in modo poco costruttivo o negativo è che non conosce il rispetto.

Vi consigliamo di leggere il dono di essere una donna dopo i 40

hojas' rosadas representando el vacío

In conclusione, ricorda sempre che la tua età è ora, un tempo più che sufficiente per priorizarte, per dare al mondo il meglio di te stesso, la felicità, l’equilibrio e l’illusione, che è alimentato con una nuova giornata.

Lascia un commento