Le anfetamine possono danneggiare l’aorta

I giovani adulti che abusano di anfetamine possono avere più probabilità di soffrire di una lacerazione, spesso fatale, dell’arteria principale del corpo, l’aorta, dicono i ricercatori Usa. Uno studio effettuato sulle cartelle cliniche di 31 milioni di persone di età compresa tra 18 e 49 anni e ricoverate in ospedale durante il periodo 1995-2007 ha scoperto che coloro che avevano abusato di anfetamine avevano tre volte le probabilità di dissezione aortica rispetto a chi non ne faceva uso, spiega il team della University of Texas Southwestern Medical Center a Dallas.

Le anfetamine vengono di solito usate per curare disturbi da deficit di attenzione, la narcolessia e altri disturbi del sonno, e possono anche dare un aiuto nel tentativo di perdere peso, ma capita spesso che si passa dall’uso all’abuso senza accorgersene.

I farmaci fanno battere il cuore più forte e possono di conseguenza aumentare la pressione sanguigna. I ricercatori hanno scoperto già in passato che questo potrebbe aumentare il rischio di infarto e alcuni avevano sospettato che l’abuso di farmaci potrebbe causare anche la dissezione dell’aorta.

Secondo quanto pubblicato sull’American Heart Journal, il dottor Arthur Westover e i suoi colleghi hanno anche esaminato le cartelle cliniche di oltre 49 milioni di persone delle 50 ricoverate nello stesso periodo, ed hanno spiegato che

Abbiamo scoperto che la frequenza di dissezione aortica è in aumento nei giovani adulti, ma non negli adulti più anziani. Non è ancora chiaro perché. I medici dovrebbero monitorare i giovani adulti con dissezione aortica per l’abuso di anfetamine per cercare una causa potenziale.

Documenti che si riferiscono a pazienti in California, Hawaii, Oregon e nello Stato di Washington hanno fatto notare il triplo dei casi di dissezione aortica legati all’abuso di anfetamina tra i giovani adulti. Questi Stati hanno anche tassi più alti della media dell’abuso di anfetamine, secondo quanto calcolato da Westover, il quale ha concluso che

Questo dimostra che nelle zone in cui l’abuso di anfetamine è più comune, ci sono maggiori conseguenze sulla salute pubblica.

Secondo l’Istituto nazionale sull’abuso dei farmaci, la situazione sta peggiorando negli Stati Uniti. Nel 1992 circa 21.000 persone sono state ricoverate per curare un’overdose di anfetamine e metanfetamine. Ciò rappresentava l’1% di tutti i ricoveri dell’intero anno. Nel 2004 questa cifra era salita a 150.000, che rappresentava l’8% di tutti i ricoveri.

[Fonte: Health24]

Lascia un commento