Oggi ho scelto di lasciare il resto della mia vita per essere il migliore della mia esistenza

Oggi scelgo di essere felice, ho deciso di concentrare il mio orizzonte in tutto ciò che è importante. Oggi decido di non amargarme da qualcosa o da qualcuno e consentire che cosa mi è rimasto di esistenza per essere la migliore della mia vita.

È chiaro che tutti noi vogliamo applicare le stesse parole nel nostro prossimo futuro, ma il problema fondamentale è che non sempre sappiamo per dare la priorità che cosa è importante, o gestire adeguatamente tante di quelle emozioni che ci impediscono di essere felici.

Vi invitiamo a riflettere su questo nostro spazio e implementare semplici strategie di il vostro giorno per giorno.

Oggi scelgo di essere felice e non amargarme vita da qualcosa o qualcuno

Secondo lo psicologo Paul Watzlawick nel suo libro “L’arte di diventare amara vita”, le persone che hanno una particolare capacità di rendere la vita quasi incredibile.

Sappiamo che non è facile ammetterlo, che ci è costato un sacco per arrivare ad accettare che di semplici fatti, solo la generazione di genuino labirinti che ci portano all’infelicità. Pertanto, sarebbe sufficiente avere a mente questi consigli per pensare e per entrare nella nostra vita quotidiana.

Inoltre si legge “Oggi scelgo di essere la mia priorità, oggi scelgo di essere felice“

mujer' observando lo que yo elijo para ser feliz

Pensare a un modo diverso di vedere il mondo in un modo diverso

Hai mai pensato? I tuoi pensieri determinare le vostre emozioni e, di conseguenza, il modo in cui orientas le vostre azioni e comportamenti.

A volte, molti di noi si lamentano di certe persone: “il mio collega di lavoro mi mette i nervi”, “è chiaro che ora io non ho intenzione di avere più opportunità in questa vita”…

Questo tipo di ragionamento è quello che si ottiene, in realtà, è di generare emozioni negative. Se mi metti nei nervi, il cibo che sensazione di disagio, e se penso al “mio” treno è già passato, poi voglio vedere giorno per giorno come un tunnel senza uscita. Modificare il vostro pensiero e le vostre emozioni vi aiuterà a vedere il mondo in un modo diverso: “oggi ho deciso che la mia collega non sarà più amargarme vita, non ho intenzione di fare un caso, spengo tutto ciò di negativo che ho realizzato”. Oggi ho deciso che il mio futuro mi porterà nuove opportunità, perché io merito di essere felice, perché ho tante cose da scoprire ancora.

Legge, inoltre, “Non lasciare che gli altri trascinare le tempeste“

Oggi ho scelto di trattenere il passato

Qualcosa che ci dicono che molti psicologi e psichiatri che le persone che trascorrono buona parte della giornata di ricordare, evocare gli aspetti del nostro passato. È chiaro che l’intera esperienza di apprendimento, e un ancoraggio emozionale del nostro cervello, o ci può aiutare, o, al contrario, si può mettere mura per il nostro presente.

Non è salutare tenere gli errori o i fallimenti di ieri. Le delusioni e le pietre del sentiero sono assunte, accettato e superato. Concentrarsi su di loro, non aiuta, anzi. Il passato diventa lo sguardo e il cuore di evocare aspetti che ci aiutano o ci dia la forza per continuare. Per questo, è necessario avere completato il rancore, l’odio o la tristezza. Il semplice atto di perdonare e lasciare andare ci aiuta molto in un giorno per giorno. Sì a un dialogo più costruttivo

Un altro aspetto essenziale è quello di generare un dialogo interno che è costruttivo e non negativo. L’atteggiamento fatalista mettere molti spazia nella nostra vita e, in effetti, è qualcosa che tutti noi vogliamo provocare molto spesso.

Abbiamo messo fuori certe cose, perché pensiamo che non è il momento, che noi non stiamo andando a essere in ridicolo o che dobbiamo andare fuori per un infortunio. Un dialogo costruttivo è quello che porta non solo idee, ma anche del senso di efficacia e di auto-miglioramento, pensare che stiamo andando a essere in grado di molte cose e che, senza dubbio, si merita di essere felice. È necessario rimuovere la nostra mente espressioni come “non posso”, “non ho intenzione di andare bene”, “io non sono bravo in questo”, “ho intenzione di fallire”. Qualcosa da tenere a mente è che il nostro dialogo interno è influenzato dalla gente intorno a noi. Il nostro ambiente può favorire la sensazione che “ci sono amargando la vida” e, pertanto, è necessario sapere per mantenere le distanze da chiunque attacchi la nostra autostima e che, al contrario, ci permette di crescere.

Leggi anche 4 consigli di lasciar andare lo scoraggiamento e la tristezza

Mujer-con-los-ojos-cerrados-y-sonriendo

“Oggi scelgo di essere felice e che il resto della mia vita, è il migliore della mia esistenza”. Questa frase dovrebbe accompagnare in ogni momento, è una semplice riflessione per la costruzione di un pensiero positivo e realistico.

In questo modo, le nostre emozioni, sarà che il timone che ci guida in un giorno-per-giorno di determinate azioni che ci permettono di ritrovare il benessere, l’equilibrio.

Non dobbiamo diventare ossessionato con “essere felice”, sappiamo tutti che questo sentimento è momentanea e fugace, è solo una questione di stare bene con noi stessi, con chi siamo, e ogni una delle persone che abbiamo al nostro fianco, che ci vuole e che ci vuole. Ne vale la pena!

Lascia un commento