Polidattilia: nata bimba con 24 dita in Myanmar

 width='450

Sin dal momento della nascita della piccola Le Yati Min, sua madre ha sentito che qualcosa non andava. Appena dopo il parto si è rivolta agli infermieri così:

Ho chiesto se mia figlia fosse nata completa di mani e gambe. Mi hanno risposto che ne aveva anche più di quelle di cui aveva bisogno.

Inizia così la storia che ha fatto il giro del mondo, della bambina nata con 12 dita alle mani e 14 ai piedi, tanto da farla diventare la persona con più dita al mondo. Ora la famiglia della bimba, che attualmente ha 16 mesi, ha reso pubblica la sua storia in quanto, essendo molto povera, cerca almeno di ottenere il riconoscimento (pecuniario) dal Guinness World Record.

Secondo le prime indiscrezioni il precedente record spettava ad un ragazzo nato in India con 12 dita alle mani e 13 ai piedi. Ora, a parte la notizia curiosa, cerchiamo di capire come sia possibile tutto ciò. La condizione si chiama polidattilia, e letteralmente significa “essere nati con un dito in più”, indifferentemente se questo è in più nelle mani o nei piedi. E’ una condizione abbastanza inusuale, ma non così rara. E’ invece raro che qualcuno nasca con dita in più in tutti gli arti come Le.

La piccola vive con la famiglia in una casetta di legno alla periferia di Yangon, l’ex capitale del Myanmar, Paese del Sudest asiatico, ed è perfettamente in salute, nonostante le sette dita per ogni piede. Sua madre, Phyo Min Min Soe, di 26 anni, ha però tranquillizzato tutti affermando che, nonostante il difetto fisico, sua figlia è felice ed anzi, spera di trarre vantaggio da questo “scherzo della natura”

Sembra avere una presa più forte sulle cose, tanto da non farle mai cadere

ha affermato, e chissà che ora, con il premio che sicuramente riceverà per il guinness, non prenda lezioni di piano o di chitarra ed un giorno diventi la miglior artista della storia.

Dopo la mano, impiantate anche le dita bioniche

[Fonte: Health24]

Lascia un commento